News

300170

Progetto NEMO KANTARA: inaugurati a Djerba i cantieri per la costruzione di cinque pontili per l'attracco di pescherecci e per la ristrutturazione del mercato del pesce

23 May 2022

 

Progetto NEMO KANTARA: inaugurati a Djerba lo scorso 20 maggio i cantieri per la costruzione di cinque pontili per l'attracco di pescherecci nel Governatorato di Medenine e per la ristrutturazione del mercato del pesce di Houmt Souk


Si è svolta a Djerba, lo scorso 20 maggio, la cerimonia di inaugurazione dei cantieri per la costruzione di cinque pontili per l'attracco di pescherecci nel Governatorato di Medenine e per la ristrutturazione del mercato del pesce di Houmt Souk.

L’evento è stato organizzato, nell’ambito del Progetto NEMO KANTARA, dalla sede italiana del CIHEAM (Centro Internazionale di Alti Studi Agronomici Mediterranei) in collaborazione con l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

All’inaugurazione hanno partecipato Lorenzo Fanara, ambasciatore d'Italia in Tunisia, Andrea Senatori, direttore dell’AICS Tunisi, Faouzi Ben Hamida, direttore generale dell'Agenzia dei Porti e delle Strutture di Pesca (APIP), Said Ben Zayed, governatore di Medenine, Chokri Zairi, Cooperazione del MARHP, Hamadi Mejri, Direzione Generale della Pesca e dell'Acquacoltura (DGPA), Ammar Jemai, commissario (CRDA) di Médenine, Fatma Tlili, Agenzia di Protezione e Sviluppo del Litorale (APAL), Alberto Dragotta e Stefano Carbonara, CIHEAM Bari, e altri rappresentanti delle delegazioni coinvolte nel Progetto.

NEMO KANTARA, Stabilizzazione e sviluppo socio-economico delle regioni costiere tunisine, è finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI)/Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS), attraverso l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS). Con un importo totale di 5.000.000,00 di euro, per una durata di tre anni, il Progetto sarà attuato dal CIHEAM Bari, in stretta collaborazione con il Ministero tunisino dell'Agricoltura, della Pesca e delle Risorse Idriche.

Oltre alla realizzazione dei pontili e alla ristrutturazione del mercato del pesce, il progetto avrà l’obiettivo di rafforzare le organizzazioni dei produttori ittici e degli attori istituzionali di Gabes e Médenine, in modo da gestire sinergicamente le risorse naturali in maniera sostenibile e potenziare la competitività degli operatori del settore della pesca.

Al fine di migliorare la capacità della pesca artigianale di offrire un prodotto che soddisfi i requisiti sanitari, è prevista la ristrutturazione del mercato ittico all'ingrosso di Houmet Souk. Essa rappresenterà un primo passo fondamentale e necessario per garantire la salute e la tracciabilità dei prodotti ittici a beneficio dei consumatori.

Ad oggi oltre 250 persone hanno partecipato a corsi di formazione, svolti in Italia e in Tunisia, su sviluppo costiero, gestione di una microimpresa, tecniche di laboratorio e creazione di imprese.

Le attività di Progetto sono rese possibili grazie alla collaborazione e al sostegno della Cooperazione italiana, agli sforzi delle controparti istituzionali tunisine, nonostante la difficile situazione imposta dalla pandemia globale.

COMMUNIQUE DE PRESSE