News

300170  1

In Libano e Giordania due meeting di Organic Ecosystem

21 July 2021

Nell’ambito del progetto Organic Ecosystem si sono svolti, nei giorni scorsi, due meeting in Libano e Giordania.

Agli incontri hanno partecipato rappresentati del Ministero dell’Agricoltura giordano (capofila), JEPA, CCIA of Zahle e CIHEAM Bari allo scopo di discutere, con gli operatori biologici della Giordania, come sviluppare l’Organic Ecosystem platform: un sistema operativo finalizzato a raccogliere, organizzare e fornire dati in tempo reale sul settore biologico.

La piattaforma, in particolare, avrà la funzione di facilitare la creazione di alleanze commerciali tra gli operatori, consentire alle autorità competenti di disporre di un database aggiornato in tempo reale, nonché di avere un contatto più diretto con gli stessi operatori. Sosterrà, inoltre, gli organismi di controllo nel gestire agevolmente i documenti di ispezione, mantenendo un aggiornamento costante con operatori e autorità competenti.

L’Organic Ecosystem platform sarà progettata sul modello dell’Osservatorio Regionale sull'Agricoltura Biologica, in virtù della positiva esperienza della Regione Puglia.

Boosting cross border Organic Ecosystem through enhancing agro-food alliances, finanziato dal Programma ENI CBC MED 2014-2020, mira a rafforzare il settore dell’agricoltura biologica dell’Area mediterranea stimolando il dialogo e nuovi partenariati tra enti pubblici e imprese.

Partner del progetto: Ministero dell’Agricoltura della Giordania (capofila), CIHEAM Bari, Camera di Commercio di Zahle (Libano), Innopolis - Centro per l'innovazione e la cultura, Leukimmi (Grecia), ASCAME (Associazione delle Camere di Commercio del Mediterraneo - Spagna), Synagri (Sindacato degli Agricoltori della Tunisia). Coinvolti come associati i Ministeri dell’Agricoltura di Libano, Tunisia, Grecia, la Fondazione SEKEM (Egitto) e la Regione Puglia.